Nazario Boschini:
 
La fama di Edo Cei, pittore grossetano
dotato di capacità tecniche eccezionali e di contenuti profondi, è tale da non richiedere più illustrazioni. Ogni sua mostra è destinata a suscitare dibattito: non passa senza lasciare segno.
Fuori discussione la finezza del disegno e l’uso magistrale del colore, il discorso si rivolge ai temi di fondo: il senso della vita, la sua perenne delusione in una esistenza che egli non ha chiesto.

  L’uomo si affatica e soffre come un titano: affronta astuzie e fatiche da Sisifo…
Poi compie la scoperta che fu già di Qoelet…i monti non si spostano e il mare non cresce…
Poiché l’uomo non può scegliere..non può che raccogliersi nel pessimismo.
Il dolore è un inutile martirio; la storia non ha senso.

  Si procede verso il nulla? Il pensiero dovrà cercare altri sostegni; il progresso non sarà solamente tecnologia;
la vita non potrà essere chiusa tra le parentesi del dolore e della fatica.
Edo Cei sembra fare sua una rivelazione divina: cercare altre strade guardando verso l’alto.
Si va alla ricerca della forza dell’amore.


  Ormai questa definizione di Arte Pensiero , da una quandicina d’anni, è pressochè accettata da tutti: critica e pubblico. Infatti la visione delle sue tematiche esistenziali, sempre di grande attualità, coinvolgono l’osservatore a tal punto da condurlo in un percorso mentale apparentemente illogico e irrazionale, cosparso di improbabili macchinari, di situazioni ironiche, di immagini poetiche, fino a quando sfocia sorprendentemente nella realtà quotidiana della condizione umana, poiché l’ironia e la poesia sono considerati gli elementi salvifici che permettono all’uomo di sopravvivere al dramma esistenziale.


Titoli dei quadri esposti:
  1 - Una giornata qualunque – trittico del 1987 cm. 120 x 250
2 - Il dio mancato – del 1991 cm. 150 x 170
3 - L’altro mito di Sisifo – del 1994 cm. 150 x 170
4 - Salida – del 1997 cm. 150 x 170
5 - Ritorno al Sempre – (per specula videbimus in aenigmate) del 1999 cm. 150 x 170
6 - Macchina armonica per bolle di sapone – del 1987 cm. 100 x 70
7 - Computer graphic (omaggio a De Chirico) – del 1988 cm. 100 x 70
8 - Narciso 2000 – del 1997 cm. 80 x 100
9 - Mosaicisti – del 1994 cm. 100 x 80
10 - Macchina per amministrare la giustizia – del 1992 cm. 100 x 70
11 - Umbrella-machine – del 1991 cm. 100 x 70
12 - Ritratto di “Homo teledependens” – del 1994 cm. 80 x 60
13 - Internet – del 1999 cm. 60 x 80
14 - Assessore alla Cultura con balocchi – del 1982 cm. 70 x 50
15 - Proibito volare – del 1998 cm. 70 x 50
16 - Quando le nuvole sono a pecorelle n° 2 – del 2000 cm. 80 x 100
17 - Arrotino della falce di luna – del 1998 cm. 80 x 60
18 - E’ in partenza la nuvola 5 – del 2004 cm. 60 x 80
19 - Il mito della caverna: da Platone a Bill Gates del 2005 cm. 130 x 150
20 - Notturno ( con il voltapagina) del 2004 cm. 80 x 60
21 -Concerto per organo e libeccio del 2005 cm. 80 x 100
22 - Macchina per scrivere i racconti del vento - n.2 del 2007 cm. 80 x 100


    COPYRIGHT 2006, EDOCEI.COM ALL RIGHTS RESERVED.